Bilancio del XIV Torneo del Gnocco Fritto 2018

Domenica 23 settembre 2018 si è disputata la finale del XIV Torneo del Gnocco Fritto tra gli StraGe e i Cartonati, una finale praticamente senza storia che ha visto gli StraGe uscire vittoriosi per 19 – 6. Il Cucchiaio di Legno invece se lo sono aggiudicati i Beach-io Boys.

E ora, come sempre, un po’ di numeri:

Miglior lanciatore degli StraGe: Jorge (PGL 1,231)
Miglior battitore degli StraGe: Abel (avg .708, 5 HR)

Miglior lanciatore dei Reggio Beers: PierMario (PGL 1,143)
Miglior battitore dei Reggio Beers: Toro (avg .676, 4 HR)

Miglior lanciatore dei Beach-io Boys: Bisbo (PGL 2,235)
Miglior battitore dei Beach-io Boys: Turola (avg .578)

Miglior lanciatore dei Modena Lions: Andrea S. (PGL 1,385)
Miglior battitore dei Modena Lions: Bixio (avg .682, 1 HR)

Miglior lanciatore dei Cartonati: Foffo (PGL 1,2)
Miglior battitore dei Cartonati: Paolo (avg .7xx)

Il premio per il miglior kappone è andato a Nicolas dei Cartonati (che si è beccato 8 K)

Il premio per il miglior fuoricampista è andato a Jorge degli StraGe (7 HR) – ebbaaaastaaaa!

Il premio di miglior battitore del torneo è andato a Fabietto dei Reggio Beers (avg .786)
Il premio di miglior battitrice del torneo è andato alla Mati dei Reggio Beers (avg .583, 1 HR)

Il premio di miglior lanciatore del torneo è andato a Gigi degli StraGe (PGL 1,08)
Il premio di miglior lanciatrice del torneo è andato all’Elena dei Cartonati (PGL 1,00)

Tutto sommato anche se come Beers abbiamo giocato una pessima semifinale, possiamo essere soddisfatti, grazie ai bellissimi risultati di Fabietto e della Mati, e di un sorprendente SuPierMario che si piazza al terzo posto assoluto come lanciatore del Torneo … e dire che si lamenta sempre di non essere capace!
Quest’anno ci è rimasto un po’ di amaro in bocca perché abbiamo condotto una spettacolare regular season, cedendo solo nel finale (cioè quando contava davvero), ma di questo abbiamo già parlato. Siamo già pronti a partire l’anno prossimo più vincenti che mai! Forza Beers, e complimenti a tutti!

La Torta del XIV TdGF

Toro riceve il premio di miglior battitore dei Beers

Il premio di Fabietto come miglior battitore dei TdGF

Il premio della Mati come miglior battitrice del TdGF

Il Gano manager che vorrebbe un premio anche lui e ruba quello della Mati - Paolo disapprova?

XIV TdGF: Semifinale

Reggio Beers – StraGe: 10 – 19

StraGe: 5411026
Reggio Beers: 3014002

Giovedì 13 settembre 2018 si è svolta la prima semifinale del XIV Torneo del Gnocco Fritto tra i Beers e gli StraGe: forse la più brutta partita della storia dei Beers.
Possibili attenuanti:
• assenza della Mati (che verrà lungamente passata e ripassata in un tritacarne per questo)
• Laszlo che ha praticamente preso tutte le mazze per andare ad allenarsi a Bussolengo con le ragazze del softball (e la cabala è la cabala e ognuno si sente perso senza la sua mazza preferita…)
• stiramento di Renato alla prima ripresa, che ci ha lasciati con la maledizione dell’esterno centro, perché sia il Ganino che Fabietto non sono stati all’altezza delle loro capacità, pur con qualche bell’out al volo). Renato ha provato a restare in campo e vederlo battere di destro (lui è mancino) a una mano sola stile tennis è stato veramente surreale…
• Luca B. che arriva solo alla seconda ripresa causa la notoria puntualità dei treni italiani
• il Gano manager che ha messo in campo una delle formazioni più assurde della sua carriera, prediligendo l’out facile in prima rispetto alla difesa degli esterni, ma si sa gli StraGe battono lungo…
• Scheit e la Cate dei Lions, graditi spettatori, che erano vestiti di GIALLO come gli StraGe! Involontariamente, è vero, ma la cabala è la cabala.
Ma tutto questo non toglie il fatto che in generale la squadra ha commesso troppi errori in attacco e in difesa, giocando veramente al di sotto delle sue capacità. Una partita sbagliata ci può stare, ma proprio in semifinale?
I nostri avversari sono partiti subito molto aggressivi, raggiungendo il limite dei 5 punti già al primo inning grazie a un fuori campo interno e a un doppio. Ma i Beers sono rimasti in partita grazie a una serie di errori difensivi che hanno permesso a Toro di raggiungere la terza base e poi di segnare, e alle valide di Renzo, Ganino, e Michele.
Ma alla seconda ripresa Marzio lanciatore ha concesso una base per ball e poi la Laura degli StraGe ha portato a casa due punti grazie a un fuori campo interno, mentre il nostro attacco non ha prodotto punti.
A questo punto Marzio è stato sostituito da Mauri nel cerchio di lancio, e se l’è cavata benissimo, concedendo solo due punti agli avversari in tre riprese (ha fatto anche un K!). I Beers sono rimasti in partita, grazie anche a un fuori campo interno del Ganino alla terza, e poi al big inning successivo, che ha visto le valide della Cami (grande!), di Mauri e di Luca. A basi piene Toro batte veramente da schifo, ma l’esterno destro degli StraGe ha lasciato cadere la pallina e la schifezza di Toro si è straformata in quattro punti segnati dai Beers.
La quinta ripresa non ha prodotto punti per nessuno, ma alla sesta gli traGe hanno allungato (PierMario a lanciare), nonostante la neutralizzazione di due delle temibili mazze degli StraGe al volo da parte di Fabietto e di Luca.
All’ultimo inning PierMario ha concesso una base per ball e ha fatto anche un K, ma Abel ci ha di nuovo puniti con un fuori campo da tre punti. I Beers hanno risposto con un fuori campo interno di Fabietto e un doppio di Renzo che è stato portato a casa da Michi, poi si sono persi (Paolo, arrivato in base su palla persa, è stato sorpreso a vagabondare tra la seconda e la terza).
Come già detto, brutta partita.
In finale non tiferemo per gli StraGe, non perché ci hanno battuti (il gioco è gioco), ma perché, rispetto ai loro esordi, la componete Stra si è trasformata sempre più in una componente Extra (soprattutto extra provincia, dove sono andati a pescare degli ex giocatori fortissimi per fare lo squadrone: bonsci-bonsci-bon-bon-bon…), a scapito dello spirito del torneo. Insomma, i fenomeni non ci piacciono. Vi ricordate di Carpi?
Ci sentiamo per tirare le fila dopo la finale! E comunque sempre forza Beers!

XIV TdGF 2018: Playoffs

Reggio Beers – Beach-io Boys: 13 – 5

Lunedì 3 settembre 2018 si è svolto l’incontro di playoffs tra i Beers e i Bicio.
I nostri avversari sono già partiti male, poiché avevano una sola donna in campo (la seconda è arrivata alle 22:30 a partita praticamente finita). Il Comitato Organizzatore ha previsto il caso di una sola donna in campo nel regolamento del Torneo, per quanto riguarda la stagione regolare, ma non in caso di partita a eliminazione diretta come questa (secondo me perché hanno speso tutte le loro energie per elaborare la complessissima griglia dei playoffs che vedete qui sotto…) e questo ha creato un po’ di discussione iniziale.
Comunque, la partita si è svolta lo stesso e i Beers alla prima ripresa hanno subito messo in chiaro, con cinque valide di cui due fuori campo interni (Renzo e Renato), quali erano le loro intenzioni.
Mauri lanciatore partente non ha concesso nulla, e dopo due riprese il risultato era 10-0 per i Beers.
Mauri è poi stato rilevato da Marzio (e poiché arbitrava Angel, visto che Sergio ha deciso di giocare interbase per i Bicio), molte delle sue palombelle non sono state capite, e i nostri avversari hanno messo a segno qualche punto. Nessun problema per PierMario closer, che ha amministrato il vantaggio.
Quindi i Beers passano in semifinale contro gli StraGe, che hanno battuto i nostri fratelli Lions (che peccato!). Forza Beers!

Gara 8: Beers vs Lions

Reggio Beers – Modena Lions: 13 – 12

Reggio Beers: 1030522
Modena Lions: 0000552

Mercoledì 4 luglio 2018 si è svolta l’ultima partita della stagione regolare del Torneo del Gnocco Fritto tra i Beers e i Lions (recupero pioggia).
Di nuovo abbiamo avuto la gradita presenza del nostro Paolo e di Turola arbitro (secondo me si mettono d’accordo), e finalmente è tornato anche Luca B. (anche se mezzo ciecato).
Pier partente nel cerchio di lancio ha svolto una prestazione eccellente, lasciando a zero gli avversari per tre riprese consecutive, nonostante le temibili mazze dei nostri avversari (Ari in grande spolvero!), anche grazie alla nostra difesa che ha sbagliato veramente poco. Inoltre i Beers hanno battuto bene e si sono portati in vantaggio.
Anche Marzio rilievo di Pier ha lanciato bene la prima delle sue tre riprese. Da segnalare un bellissimo out al volo di Renato esterno centro, che come faceva un tempo è sbucato fuori dal buio del fondo campo per prendere al volo una pallina in Texas: è tornato! Non lo vendiamo più!
Poi al quinto inning il Sub.com ha iniziato ad essere legnato un po’ troppo e la difesa ha cominciato a commettere un po’ di errori, e i Lions hanno segnato cinque punti per due inning consecutivi, mentre i Beers hanno fatto solo 7 punti. Segnaliamo una scena epica di Fabietto (sostituto del Ganino assente) in prima base che ha fatto un out al volo spiaggiandosi sul diamante, poi però ha tirato un missile a Paolo ricevitore (sostituto di Michi assente) per fare l’out a casa: non l’hanno visto neanche i fili d’erba, e i Lions hanno segnato. Tuttavia durante l’attacco dei Beers i nostri avversari hanno commesso qualche errore difensivo di troppo, e anche i Beers hanno segnato i fatidici 5 punti.
Alla sesta ripresa i nostri avversari ci hanno sopravanzato di un punto, ma grazie a una valida più errore della Picci i Beers sono riusciti a tornare in vantaggio. A questo punto il Gano manager ha dovuto inventarsi un closer perché Paolo non poteva lanciare e ricevere contemporaneamente e Toro ci serviva in terza base, e così… ecco Renato esordire nel cerchio di lancio, tra lo stupore del pubblico!
Forse sarebbe stato meglio dotarlo di una microracchetta da tennis da usare per calibrare meglio i lanci, perché i nostri avversari segnando due punti si sono portati di nuovo in vantaggio. Comunque, bella prestazione.
Poiché i Beers non mollano mai, l’ultimo attacco della squadra di casa ha ristabilito l’ordine naturale delle cose: triplo di Luca B., volata di sacrificio di Renato che spinge a casa Luca B.; valida di Renzo; valida di Toro + errore difensivo che spinge Renzo in terza base e infine valida di Fabietto che porta a casa il punto della vittoria. Così si fa!
Per sapere chi affronteremo ai playoffs bisogna aspettare l’ultimo recupero pioggia tra gli Strage e i Cartonati, che sono comunque primi e accederanno direttamente alla finale. Non diciamo niente, ma sappiamo già come potrebbe andare…
Forza, Beers!

La strategia del Gano

Gara 7: Beers vs Bicio

Reggio Beers – Beach-io Boys: 23 – 6

Reggio Beers: 053555X
Beach-io Boys: 0130101

Martedì 26 giugno 2018 si è tenuta la gara di ritorno (recupero pioggia) tra i Beers e i Bicio.
Tra le novità della serata segnaliamo il ritorno alla grande di Laszlo (era ora!); inoltre, causa l’assenza di Renzo, Renato ha giocato in prima base, e l’assente Ganino è stato sostituito più che degnamente da Fabio figlio di Mauri.
Anche Sergio dei Bicio, che la partita scorsa si è infortunato, è tornato a fare l’arbitro.
La partita è iniziata in modo abbastanza interlocutorio per le due squadre, che non hanno segnato punti nella prima ripresa: in particolare, tutti i Beers sono andati out in prima. Anche il secondo attacco dei Beers è iniziato sotto il segno degli out al volo, poi la squadra si è svegliata oppure gli avversari si sono addormentati… Mauri colpito ha deciso di restare al piatto (dopo una sceneggiata degna del miglior calci-attore del mondo) e si è beccato una base per ball; Robbi pure è andato in base per ball, e così PierMario (che ha portato a casa un punto gratis). A questo punto le valide di Renato e Matilde hanno chiuso la ripresa per raggiunto limite dei 5 punti.
La vostra cronista si è dovuta assentare per un po’, ma alla fine del quarto inning una gragnuola di valide da parte dei Beers ha di nuovo concluso l’inning per raggiunto limite.
I Bicio hanno reagito all’inizio della quinta ripresa con un triplo, un doppio e una base per ball, ma Toro è riuscito a limitare i danni eliminando un uomo in terza base con fare estremamente minaccioso, avanzando ad ampie falcate con il braccio teso… Il quinto attacco dei Beers ha visto di nuovo una serie di valide (Picci, Mati, Laszlo – doppio – Toro, Michi, senza contare la base per ball guadagnata da Renato) e di nuovo i 5 punti fatali. Stesso discorso alla sesta ripresa, con valide di Fabietto, Picci, Renato (più una base per ball guadagnata da Marzio) e – ciliegina sulla torta – un triplo della Mati che ha portato a casa tre punti! Brave le mie donne! Anche la Cami ha battuto una legna fuori dal diamante che purtroppo è stata presa al volo dagli avversari, ma la ragazza c’è!
Il settimo e ultimo attacco dei Bicio sembrava la fotocopia del quinto: un doppio, un altro doppio e una base per ball. Così i nostri avversari sono riusciti a segnare un punto, ma un meraviglioso triplo gioco difensivo (una vera rarità!) da parte della Mati ha chiuso le danze.
Ma tutte di tutte queste valide non potevamo utilizzarne un po’ nella partita precedente?
Ora manca solo il recupero con i Lions per chiudere la fase a gironi del torneo prima dei playoffs di settembre. Forza, Beers!

La nuova divisa da softball della Mati

Gara 6: Bicio vs Beers

Beach-io Boys – Reggio Beers: 14 – 13

Beach-io Boys: 0205133
Reggio Beers: 3500203

Martedì 19 giugno 2018 si è svolta la gara di andata (recupero pioggia) tra i Bicio e i Beers.
Come prima cosa è doveroso segnalare il ritorno alla grande di due “grandi vecchi” che ci sono mancati tantissimo fino ad ora:
1. Valdemaro Turola, il nostro mitico e solo arbitro del Torneo del Gnocco Fritto (scusa Sergio), che si è palesato con la sua altrettanto mitica maglia bianca a righe rosse (qualche americano anni fa gli ha offerto una somma – che non sapremo mai – per acquistarla…). Il Gano gli ha prestato il cappellino dei Beers e gli avversari hanno detto che allora era di parte, ma sappiamo tutti che non è vero!
2. Paolo Rossi, che, dopo gli screzi e i dissapori dello scorso campionato, nel cuore è ancora un Beers e non ce la fa a stare lontano dalla squadra (che lo ama alla follia!)
Inoltre voglio segnalare la “mise” in gonnella della Camilla che si è presentata in tenuta da tennis: sempre un bel vedere per i vecchi Beers che davanti a una diciottenne non restano mai indifferenti (scusa Renato).
Infine, è doveroso dire che la partita è stata funestata dal karaoke molesto e stonato che per tutta la durata della gara proveniva dal Centro Sociale accanto al campo…
La partita è iniziata alla grande per i Beers che si sono portati avanti con un grande vantaggio di 8-2 (nonostante le 3 basi per ball concesse da Paolo partente), grazie alla difesa e a qualche errore degli avversari. Ma alla quarta ripresa la partita ha coinciato a girate per i nostri avversari, che hanno comicniato a grandinare su Robbi esterno sinistro e su tutti i buchi lasciati scoperti dalla nostra difesa. Sarà colpa di Toro (Toracolo?) che questa sera ha gufato qualsiasi cosa e inevitabilmente essa si è avverata?
I Beers non sono stati malvagi, consideranto un fuori campo interno di Michi da tre punti e uno del Ganino anch’esso da tre punti (e una valida della Picci!!!), ma purtroppo le altre valide sono sempre state “corte”, e sporattutto la squadra non è stata in grado di capitalizzare i vantaggi (vogliamo parlare delle due riprese finite a zero punti con tre uomini lasciati in base?)
Infine, dopo avere rimontato gli avversari, PierMario closer ha concesso due basi per ball e a basi piene i nostri avversari hanno battuto e vinto.
Bella partita, sconfitta meritata. Magra consolazione il fatto che i Bicio avevano solo una donna e la partita da regolamento a classifica vale metà per loro e metà per noi. Ci rifaremo al ritorno. Forza, Beers!!!

Il nuovo cappellino di Toro

Gara 5: Cartonati vs Beers

I Cartonati vs Reggio Beers: 11 – 10

Reggio Beers: 2021221
I Cartonati: 501203X

Dopo circa 40 giorni di inattività forzata causa pioggia e altro, finalmente giovedì 14 giugno 2018 si è svolta la gara di ritorno tra I Cartonati e i Beers. I Cartonati hanno tirato fuori dal cilindro (oppure riesumato, vedete voi) Santo Porco (giuro che si chiama davvero così), ennesimo ex giocatore che va a comporre la loro squadra; i Beers hanno risposto a sorpresa con l’inserimento dell’Elisa figlia di Renzo, anche lei ex giocatrice.
Nonostante la ruggine (che si è vista!) i Beers hanno aperto l’incontro portando a casa due punti (Robbi non si smentisce mai con le sue valide schiacciate a terra e uno stile discutibile, però batte sempre valido!!!). Tuttavia i nostri avversari hanno risposto con un inning terminato per il raggiungimento dei 5 punti. La seconda ripresa invece ha visto entrambe le squadre a zero!
Col procedere della partita i Beers si sono spalmati di Svitol e hanno segnato sempre, alternando momenti epici e momenti sconcertanti (tipo Renato che non azzeccava un nome: chiamava tutti col nome dei Beers che oggi non c’erano!)
Tra i primi segnalo un paio di assistenze figlia – padre (Elisa interbase a Renzo prima base) stilisticamente bellissime che hanno portato a eliminare l’avversario, e un bellissimo out al volo sul piatto di casa base da parte di Michi ricevitore che non ha paura di impanarsi nella polvere come una cotoletta. Inoltre, ci sono stati un K di Marzio e uno di PierMario sui Cartonati, e Marzio ha fatto una valida che se la sognerà per i prossimi 10 anni! La Mati sempre una certezza in attacco e in difesa ha saltellato tutta la sera (tarantolata?).
D’altro canto ci sono state un paio di prese al volo mancate: la palla già nel guanto che poi però misteriosamente cade (ah, la rana!), e il nostro inossidabile Renato ha ciccato un paio di palle da esterno centro, e in attacco è andato K credo per la prima volta in vita sua! Luca ha battuto una serie di popponi inutili. E per chiudere in bellezza, la Picci ha rubato la seconda su un lancio pazzo, ma poiché Marzio, che era sulla seconda, come sempre stava sparando idiozie, non se ne è accorto e quando si è spostato verso la terza era ormai troppo tardi.
All’ultima ripresa i Beers avevano bisogno di raddrizzare la partita facendo due punti. L’Elisa ha fatto una bella valida e ha portato a casa un punto, che però non è bastato.
Sicuramente hanno pesato i 5 punti presi all’inizio della partita. I Cartonati sono forti ma non impossibili, e ce ne stiamo accorgendo sempre di più. Anche perché, lo sappiamo, li batteremo in finale! Forza Beers!

Il nuovo cappellino di PierMario che si è beccato una palla veloce della lanciatrice Elena dei Cartonati ad altezza denti

Meteo Metodico? Mo’ t’o’ dico!

Gli dei del baseball devono avere combinato qualcosa di veramente brutto a Giove Pluvio, visto che da 20 giorni non si riesce più a giocare una partita. Piove tutti i lunedì e tutti i giovedì (le sere designate per il TdGF), e quando si decide di recuperare le partite di martedì, oppure si programma per il mercoledì un’amichevole con una squadra di Parma che vorrebbe partecipare al Torneo l’anno prossimo… beh, piove.
Non si era mai visto un clima del genere, non tanto per la stagione delle piogge, alla quale ormai siamo rassegnati in questo periodo, ma per la precisione chirurgica delle piogge stesse…
Andrà a finire che il torneo 2018 finirà l’anno prossimo!!!

Il campo allagato (di lunedì, giovedì, martedì, mercoledì...)

Guido desolato non può tirare il campo

Gara 4: StraGe vs Beers

StraGe – Reggio Beers: 0 – 7

Lunedì 21 maggio 2018 NON si è disputata la gara di ritorno tra gli StraGe e i Beers, perché gli Stra non si sono presentati. Il regolamento prevede che chi c’è vinca a tavolino, 1 punto a ripresa. Per dovere di cronaca e di classifica, quindi, segnaliamo questo risultato. Bisogna anche dire che gli StraGe avevano chiesto di spostare la partita, ma nella data proposta non ci sarebbero stati abbastanza Beers,per cui abbiamo rifiutato.
È la prima volta in assoluto nella storia dei Beers che succede una cosa del genere….
Una prima volta ci deve sempre essere, ma a mio avviso è un segnale che qualcosa sta cominciando a scricchiolare nel mitico TdGF…

Niente è più triste di un campo da baseball deserto...

Gara 3: Beers vs I Cartonati

Reggio Beers – I Cartonati: 12 – 13

Reggio Beers: 0142050
I Cartonati: 0322123

Lunedì 7 maggio 2018 si è svolta la gara del girone di andata dei Beers contro gli ormai famigerati Cartonati. Segnaliamo il ritorno di Michi dopo l’infortunio domestico a una mano (che per un ricevitore può essere un problema) e l’esordio della Cami figlia di Renato (in effetti oggi è lunedì e non giovedì…)
Lanciatore partente Marzio, che ha liquidato la prima ripresa degli avversari in 4 lanci, salvo poi concedere 3 basi per ball in quella successiva… Doveva rimettersi in pari con la media lanci/inning!
Anche i Beers hanno approfittato di un paio di basi per ball nel loro secondo attacco, ma un bellissimo doppio gioco difensivo dei Cartonati ha chiuso la ripresa.
Il terzo è stato un big inning per i Beers, con un doppio di Luca e un altro della Mati, e qui la partita è tornata in parità.
Alla quarta ripresa finalmente la Camilla è entrata in campo, ma si è trovata davanti come lanciatrice l’Elena figlia della Cas, e per una che non ha mai giocato non è un cliente facile! Però ci ha provato. Brava Cami!
La partita è stata molto equilibrata fino alla sesta ripresa, che ha visto un altro big inning dei Beers, con le mazze supercalde (fuori campo interno di Toro, da 2 punti; triplo del Ganino; valida di Renato; valida di Luca). Renzo ha talmente spaventato i cartonati negli attacchi precedenti che gli è stata concessa la base intenzionale; i Cartonati hanno così riempito le basi; al piatto si è presentata la Picci che, martire, si è fatta bollare portando a casa un punto. Mai sottovalutare i Beers!. Non ci fosse stato il limite dei 5 punti i Beers avrebbero battuto e segnato punti all’infinito!
Ma gli dei del baseball sono strani. All’ultima ripresa i Beers erano sopra di due punti, ma i Cartonati hanno rimontato sulla povera Mati lanciatrice (che comunque ha fatto anche un K, come Pier che aveva rilevato Marzio) segnando tre punti e portandosi in vantaggio.
L’ultimo attacco dei Beers è stato la fotocopia del primo inning, ma ribaltato: 3 out al volo e fine dei giochi.
In effetti, nonostante un buonissimo attacco, ci sono stati un po’ troppi errori difensivi da parte dei Beers che hanno regalato qualche punto di troppo agli avversari, ma ormai lo sappiamo: nella fase a gironi si perde contro i Cartonati, poi li si batte in finale e si vince il torneo!!!
Forza Beers!

L'ultimo attacco dei Beers